Calendario

Prossimi eventi
Nessun evento futuro annotato
Box Contatti
• Inviami un'e-mail
• Skype
Cerca nel sito



Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni sulle novità di questo sito.

  Iscriviti
  Cancella

  Iscritti : 65

 Notizie - Sito 
 
Mancata assunzione disabili: occhio ai nuovi importi sanzionatori.  
Con la recente pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto correttivo al Jobs Act (D.Lgs. n. 185/2016) entrato ufficialmente in vigore l’8 ottobre 2016, si va a incidere in maniera quasi chirurgica su numerosi istituti e aspetti disciplinati dal Jobs Act (L. n. 183/2014), ed in particolar modo sul D.Lgs. n. 151/2015, specie per quanto attiene la L. n. 68/1999 che disciplina il “collocamento dei disabili”. Le novità, come vedremo in seguito, interessano il sistema sanzionatorio al quale i datori di lavoro sono soggetti in caso di mancata assunzione del lavoratore disabile (art. 15, commi 4, 4-bis e 5 della L. n. 68/1999), nonché la computabilità dei lavoratori già disabili prima della costituzione del rapporto di lavoro (art. 4, comma 3-bis della L. n. 68/1999). La novità più importante, tra quelle elencate, riguarda sicuramente il rivisitato apparato sanzionatorio in caso di mancata assunzione del lavoratore disabile, trascorsi 60 giorni dalla data in cui insorge l'obbligo di riserva. Si ricorda, a tal proposito, che l’art. 15, co. 4della legge in trattazione prevede che trascorsi 60gg dalla data di insorgenza dell’obbligo di assumere soggetti disabili, per ogni giorno lavorativo durante il quale risulti non coperta, per cause imputabili al datore di lavoro, la quota di riserva, il datore di lavoro stesso è tenuto al versamento, a titolo di sanzione amministrativa, al “Fondo regionale per l'occupazione dei disabili” una somma pari a lire 100.000(euro 62,77) ) al giorno per ciascun lavoratore disabile che risulta non occupato nella medesima giornata. Sul punto, c’è innanzitutto da segnalare un adeguamento della moneta di riferimento, inquanto la vecchia normativa parla di “100.000 lire”; tale importo, ora, è stato di fatto sostituito con quello del contributo esonerativodi cui all'articolo 5, comma 3-bis della L. n. 68/1999 (30,64 euro) e moltiplicato per cinque volte.
Autore : Dr. Luigi Pignataro
pdf Stampa
12/10/2016 - 09:57
Incentivi alle imprese di autotrasporto.  
Nuove risorse da investire a favore delle imprese di autotrasporto per l'anno in corso. Sono, infatti, stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale n.216 del 15 settembre 2016i decreti del 19 luglio 2016 e del 7 settembre 2016 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che determinano la ripartizione e le modalità di erogazione delle risorse finanziarie stanziate per il 2016 nel limite di spesa pari a 25.347.868 euro. Si tratta di incentivi a beneficio d’imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, attive sul territorio italiano e regolarmente iscritte al registro elettronico nazionale e all'Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi, che vogliano rinnovare e adeguare dal punto di vista tecnologico il parco veicolare, acquisire beni strumentali per il trasporto intermodale e favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione fra altre imprese del settore. In particolare vengono stanziati: 7 milioni di euro per l'acquisizione di autoveicoli nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate; 6,5 milioni di euro per radiazione, rottamazione o esportazione al di fuori del territorio europeo, di veicoli pesanti di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate con contestuale acquisizione di veicoli nuovi; 9 milioni di euro per l'acquisto di rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario e marittimo; 2,5 milioni di euro per l'acquisto di casse mobili, rimorchi o semirimorchi Porta casse per facilitare l'utilizzo di differenti modalità di trasporto in combinazione fra loro. Le imprese interessate possono presentare l'istanza in via telematica apponendo la firma digitale dal rappresentante legale dell'impresa, del consorzio o della cooperativa richiedente, seguendo le modalità che saranno indicate sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nella sezione «autotrasporto» - «contributi ed incentivi» dal 10 ottobre 2016. Il termine di presentazione decorre dal 20 ottobre 2016 e scade il 15 aprile 2017
Autore : Dr. Luigi Pignataro
pdf Stampa
22/09/2016 - 09:21
Incompatibili malattia e attività fisica.  
Il dipendente che durante il periodo dimalattia (dovuta a discopatie e a lombalgie curate chirurgicamente) assume una condotta molto imprudente per la propria salute (consistente nel sollevamento da solo di 3 bombole di gas da 30 chilogrammi e di una quarta da 40 chili, con l’aiuto di un collega) viola il dovere di lealtà e correttezza nei confronti dell’azienda. Questa violazione compromette in maniera irrimediabile il rapporto con l’azienda e consente il licenziamento per giusta causa. Con questa decisione la Corte di cassazione (sentenza 13676/2016) ha rigettato il ricorso promosso da un lavoratore che è stato licenziato per essere stato scoperto a sollevare delle bombole di gas durante il periodo di assenza per malattia. La sentenza della Suprema corte ricorda che, in tema di licenziamento per giusta causa, il dipendente deve astenersi dal porrein essere non solo le condotte espressamente vietate dalla legge o dal Ccnl, ma deve avere l’attenzione di evitare ogni condotta che, per la sua natura e per le conseguenze che può comportare, risulti oggettivamente in contrasto con gli obblighi connessi al rapporto di lavoro.
Autore : Dr. Luigi Pignataro
pdf Stampa
7/07/2016 - 10:37
Applicazione della normativa relativa alle e senzioni dalla reperibilità per i lavoratori del settore privato: indirizzi operativi.  
Nell’ambito delle disposizioni in materia di rapporto di lavoro che disciplinano la reperibilità dei lavoratori del settore privato, sono state individuate le circostanze che danno diritto all’esonero da questo obbligo. Pertanto sono esclusi dall’obbligo di rispettare le fasce orarie di reperibilità (previste per il settore privato dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 19.00) i lavoratori subordinati le cui assenze siano connesse con: patologie gravi che richiedono terapie salvavita, comprovate da idonea documentazione della Struttura sanitaria; stati patologici sottesi o connessi a situazioni di invalidità riconosciuta, in misura pari o superiore al 67%. La Circolare 95 del 7 giugno 2016 fornisce i requisiti e le condizioni per l’applicazione della normativa relativa alle esenzioni e ha in allegato le linee guida per l’individuazione delle patologie che ne danno diritto.
Autore : Dr. Luigi Pignataro
pdf Stampa
9/06/2016 - 09:18
Voucher: pronto il decreto antiabusi.  
Si preannunciano tempi duri per i voucher. Infatti, come anticipato dal Ministero del Lavoro con il comunicato stampa del 22 marzo 2016, è in dirittura d’arrivo il decreto correttivo sui buoni lavoro che ne modificherà la procedura d’utilizzo. In pratica “le imprese che li utilizzeranno dovranno comunicare preventivamente, in modalità telematica, il nominativo ed il codice fiscale del lavoratore per il quale verranno utilizzati, insieme con l'indicazione precisa della data e del luogo in cui svolgerà la prestazione lavorativa e della sua durata”. Più nel dettaglio, secondo le prime indiscrezioni, il committente dovrà comunicare almeno 60 minuti prima dell’inizio della presentazione lavorativa, mediante sms o email, all’Ispettorato nazionale del lavoro gli identificativi dei lavoratori, indicando altresì il luogo e la durata della prestazione lavorativa. In caso contrario, il committente sconterà una sanzione amministrativa che va da 400 a 2.400 euro, per ciascun lavoratore non comunicato.
Autore : Dr. Luigi Pignataro
pdf Stampa
6/05/2016 - 09:19
InizioPrecedente [ 1 2 3 4 5 6 7 8 9 ] SeguenteFine

 
Il Meteo

Links utili
Istituzionali
Formulario del lavoro
Formulario completo del lavoro
► Indice 
Servizi
Consulenza professionale
Vertenze
Up New-CMS 1.06 Valid CSS Valid html 4.01 GNU General Public License Up